Fotovoltaico

Fornitura impianti fotovoltaici

Fv con accumolo

Fotovoltaico con batterie

FV Pompa di caolore

Fotovoltaico con pompe di calore

Chi siamo

Offriamo servizi in Italia
da oltre 25 anni

Fotovoltaico in Italia si occupa da sempre di progettazione, fornitura e installazione di impianti fotovoltaici in tutto il territorio italiano, l’obbiettino che ci spinge avanti è quello di lasciare ai nostri figli un mondo migliore di quello che abbiamo trovato.

  • Ricerca continua di nuove tecnologie
  • Business Accounting Management
  • Organizzazione in continua evoluzione
  • Offriamo soluzioni che rispettano l’ambiente
img-07

85 Years

Experience Working

La convenienza del fotovoltaico

Il fotovoltaico, è un sistema che consente di ottenere elettricità direttamente dalla luce del sole, a costi davvero bassi.

Scegliere un impianto fotovoltaico

Scegliere il fotovoltaico adatto è complicato? scopri con noi quale impianto e piu adatto alle tue esigenze.

Fv con accumolo

Un impianto fotovoltaico è una scelta conveniente. Esistono soluzioni diverse: il fotovoltaico ad accumulo è una delle soluzioni piu complete.

Pompa di caolore

Chi pen alla possibilità di migliorare la qualificazione energetica della propria abitazione, in questi casi il fv con pompe di calore può essere una soluzione.

Incentivi statali per il fotovoltaico

La corsa all’energia pulita degli ultimi anni è il risultato anche degli incentivi statali e della maggiore sensibilità comune verso l’ambiente. Negli ultimi anni si sente spesso parlare anche della maggior convenienza del fotovoltaico, del fatto che si tratta di una spesa che rientra più facilmente e via dicendo. Si tratta della realtà?

Il fotovoltaico oggi costa meno rispetto a diversi anni fa. Le spese per l’installazione di un impianto sono calate di diverse migliaia di euro: se fino al 2012 acquistare un impianto da 3 kW richiedeva un esborso di più di 10mila euro, oggi con 6-7mila euro è possibile ottenere un impianto dello stesso tipo.

Insomma, il fotovoltaico conviene sempre di più, come vedremo grazie anche alle politiche di incentivo statale. Oggi, secondo i dati dell’osservatorio FER ANIE, il fotovoltaico è l’energia rinnovabile più usata sul territorio italiano, sempre più scelta dagli impianti residenziali e dalle aziende. La possibilità di rendersi quasi indipendenti dalla rete elettrica fa gola a molti e spinge a fare investimenti importanti. Del resto tutto il mondo spinge sulla energia pulita, ed anche l’Italia non è da meno, dato che esiste un complesso di detrazioni fiscali che consentono di rientrare almeno in parte nella spesa sostenuta per dotarsi di un impianto fotovoltaico. Se siano o meno convenienti, questo va valutato nel complesso tenendo conto della convenienza di tutto l’impianto e contando le detrazioni rispetto alla spesa sostenuta.

Gli incentivi per l’energia verde

Il sistema degli incentivi per l’energia green affonda le sue radici in anni lontani, ed è stato continuamente prorogato negli ultimi anni per cercare di agevolare chiunque fosse interessato ad investire nel fotovoltaico. La legge di bilancio consentiva una detrazione del 65% per le spese per la riqualificazione energetica, il c.d. Ecobonus, che però non include il fotovoltaico ma solamente l’installazione di pannelli solari per l’acqua calda. La legge ha anche confermato la presenza di una detrazione fiscale IRPEF al 50% per le opere di ristrutturazione edilizia. Proprio all’interno di questa categoria, prendendo il testo di legge, rientrano anche gli “interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia”. Fra di essi, anche il fotovoltaico. La legge ha prorogato l’incentivo fino a dicembre del 2019 e non è escluso che la proroga venga disposta anche per il 2020.

Si tratta di un incentivo di non secondaria importanza. Per dieci anni si potrà avere un rimborso IRPEF, facendo la dichiarazione dei redditi, del 50% della spesa sostenuta per installare un impianto fotovoltaico fino ad un massimo di spesa di 96mila euro.

Quanto risparmio con gli incentivi per il fotovoltaico?

Queste sono le agevolazioni fiscali che lo Stato mette a disposizione per chiunque voglia dotarsi di un sistema fotovoltaico per la sua abitazione privata. Ma quanto si può risparmiare, usando gli incentivi per il fotovoltaico? Proviamo a spiegarlo con un esempio. Mario sceglie di costruire un impianto da 8mila euro. Sceglie di rifarsi alle detrazioni statali: il 50% della sua spesa, vale a dire 4mila euro, vien rimborsato in dieci rate da parte dello Stato, tramite IRPEF. Ogni anno quindi si recuperano 400 euro di detrazioni fiscali. Questo consente di abbattere il costo del fotovoltaico e anche di rientrare molto prima nell’investimento, cominciando a guadagnare anziché spendere.

Quando si può chiedere la detrazione?

La detrazione fiscale IRPEF al 50% può essere chiesta per l’installazione di un sistema fotovoltaico, con o senza batterie, fino a 96mila euro di spesa massimi. Inoltre questo incentivo può essere domandato solamente se l’impianto è stato disposto per una residenza, quindi senza fini commerciali. In sostanza, quindi, se si installa il fotovoltaico per un’impresa non è possibile accedere alla detrazione. La detrazione IRPEF può essere richiesta nel momento in cui si fa la dichiarazione dei redditi e sempre nel limite dell’importo di spesa disposto.

I documenti necessari per richiedere la detrazione sono:

  • l’attestazione di partecipazione al corso di formazione (solo nel caso di auto produzione dei pannelli solari).
  • La certificazione energetica. Si tratta di un documento che viene fornito dalla Regione o Ente Locale. In alternativa serve l’attestato di qualificazione energetica del professionista.
  • Una scheda informativa sui lavori, e la copia dell’attestato di qualificazione energetica che va inviato all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Le altre agevolazioni per il fotovoltaico

I vantaggi di passare ad un sistema di energia pulita non finiscono certo qui. Basti pensare che l’impianto fotovoltaico gode anche dell’IVA ribassata al 10%, e non al 22% come avviene di solito. Anche in questo caso, il vantaggio riguarda solamente il fotovoltaico per i privati, e viene calcolato sulla base della fattura. Inoltre dal 2019 è anche possibile ottenere agevolazioni non solo per la singola unità residenziale ma perfino per i condomini.

Per quanto riguarda l’installazione dell’impianto fotovoltaico sul condominio e sulle parti comuni, tutti i vantaggi e le prescrizioni di legge sono state prorogate fino al 2021. La detrazione è del 70%, se le opere riguardano più del 25% della superficie, del 75%, se c’è miglioramento della prestazione energetica sia estiva che invernale. L’agevolazione fiscale spetta a chiunque abbia sostenuto la spesa. Il bonus può anche essere ceduto a soggetti terzi e alle imprese che hanno effettuato il miglioramento, a vantaggio di chi non può permettersi il fotovoltaico.

E per le imprese, che vantaggi ci sono?

I vantaggi che lo Stato prevede per le imprese che vogliano impostare un impianto fotovoltaico li abbiamo visti. Ma per le imprese è previsto qualcosa di simile? Quali sono i vantaggi o le facilitazioni per un’azienda che voglia dotarsi del fotovoltaico e dell’energia pulita? Il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica consiste nella soluzione per agevolare l’accesso al fotovoltaico da parte delle imprese. Questo fondo contiene un tesoretto da 150 mln di euro pensato per dare garanzie e per offrire finanziamenti a tasso agevolato per le imprese e per la PA che vuole installare un impianto fotovoltaico. Non sono previste invece agevolazioni come le detrazioni per le imprese che vogliono dotarsi di energia pulita. Se volete informazioni sugli incentivi per il fotovoltaico e consigli per l’impianto migliore per voi, contattateci per un preventivo personalizzato.