Fotovoltaico

Cos’è il fotovoltaico

Cos’è l’energia fotovoltaica?

Energia solare, impianto fotovoltaico, autosufficienza energetica: sono concetti e temi con i quali negli ultimi anni ci confrontiamo spesso. Merito anche di una consapevolezza sempre più diffusa e sensibile verso le esigenze dell’ambiente e non solo. Già, perché l’energia fotovoltaica è una realtà che ci può davvero riguardare tutti e che fa del bene all’ambiente ma anche alla bolletta. Aiuta a risparmiare e con qualche accorgimento, ogni famiglia può raggiungere l’autosufficienza energetica. Non stupisce quindi che il fotovoltaico sia una scelta sempre più ricorrente per tantissime famiglie italiane, che si informano e vogliono conoscere i suoi reali vantaggi. Ma quali sono questi vantaggi del fotovoltaico? E prima ancora, che cosa è di preciso un impianto fotovoltaico, come funziona, come si ottiene l’energia in questo modo?

Due domande da farsi

Prima di procedere ad una qualsiasi installazione di questo tipo è molto importante conoscere bene le caratteristiche dell’energia che si produce e ricava dal sole in modo naturale. Anche se si tratta di un sistema per ottenere energia sempre più diffuso e comune, non è detto che sia chiaro in che cosa consiste. Conoscere che cosa è l’energia solare è molto importante per fare una scelta consapevole e capire se convenga davvero o meno installarla in casa. Per fare ciò, bisogna partire dalle basi, capire che cosa è l’energia solare, come si ottiene, cosa è un impianto fotovoltaico e poi procedere a capire come si installa.

Una valutazione di questo tipo va fatta con attenzione, e possiamo dirvi che comporta un’ampia serie di vantaggi non indifferenti. Siete curiosi di sapere di più su come funziona un impianto fotovoltaico e prima ancora, come si ottiene l’energia solare? Ecco un articolo che vi aiuterà a fare luce su questo importante argomento.

Cos’è il processo fotovoltaico

Prima ancora di vedere cosa è un impianto fotovoltaico è necessario capire cosa è il processo fotovoltaico. Il fotovoltaico si basa sull’energia solare. Da sempre l’uomo cerca di catturare l’energia dalla natura, ed il sole ed il calore ci offrono spunti sufficienti per avere energia naturale, senza danneggiare l’ambiente. Questa fonte di energia termica si può convertire in elettricità, ed è questo il suo punto di forza. L’elettricità che si ottiene dal sole può essere usata per riscaldare (o raffreddare) degli ambienti. L’energia solare, quindi, è molto semplicemente energia che proviene dal sole.

L’energia solare è una fonte rinnovabile e libera, pulita, ampiamente disponibile e per questa conveniente. Negli ultimi anni si è assistito al proliferare del fotovoltaico in tantissimi contesti (anche edifici pubblici) per il fatto che si tratta di un’energia pulita e ideale per le esigenze anche di grandi edifici. Può servire per riscaldare ambienti, l’acqua, per rinfrescare ambienti, e alcuni piccoli paesi sono già autosufficienti grazie al fotovoltaico. Ma come funziona l’energia del sole? In che modo i pannelli solari ci aiutano a prelevarla?

L’energia solare è una delle energie rinnovabili più sicure e pulite in assoluto e si ottiene in modi di volta in volta diversi, che andremo a vedere.

Come si ottiene l’energia fotovoltaica?

Ma come si produce il fotovoltaico, concretamente? Possono esserci diversi modi per arrivare alla produzione dell’energia fotovoltaica. L’energia deriva sempre dalla luce del sole ma sono tre le modalità per ottenerla.

  • Solare fotovoltaico. Il processo fotovoltaico che ci interessa avviene, per appunto, per mezzo degli appositi pannelli, detti pannelli fotovoltaici. Essi catturano l’energia del sole e la tramutano in energia elettrica. La cella fotovoltaica, che è composta da silicio, è la componente principale del generatore e permette la conversione della radiazione solare in energia elettrica. I pannelli sono costruiti con dei materiali che riescono a convertire la luce del sole, i c.d. materiali semi conduttori. Questi dispositivi sono il frutto di una perenne evoluzione tecnologica che migliora con gli anni, e che cattura solamente alcune frequenze d’onda che sono importanti per realizzare l’energia fotovoltaica.
  • Solare termico. L’energia termica creata dal sole è utile per riscaldare e per raffreddare. Il collettore solare è lo strumento che si utilizza soprattutto per il riscaldamento delle case e degli edifici, piscine e via dicendo. Il collettore è diverso dal pannello solare perché non tramuta l’energia del sole, ma semplicemente riscalda con questa energia il fluido nei pannelli. Il collettore è infatti caratterizzato da un fluido interno che viene riscaldato e che serve per condizionare gli ambienti.

Il solare termodinamico

  • Il solare termodinamico. Si tratta dei c.d. impianti solari a concentrazione, una tecnologia molto recente che consente di sfruttare l’energia del sole per convertirla in energia elettrica. Questi impianti sono ancora in fase di sviluppo e sono sostanzialmente costituiti da un impianto a specchio che natura l’energia del sole in un punto solo. A questo punto, i raggi sono accumulati in un fluido che è espanso nelle turbine a vapore. Il sistema dell’archiviazione dell’energia fotovoltaica in questi sistemi è più complesso ed avanzato delle tecnologie attuali e infatti è ancora in fase di implementazione.

I pannelli solari: come funzionano?

Ci concentreremo sul sistema che più ci interessa che è quello dei pannelli solari per ottenere energia fotovoltaica. I pannelli solari sono quegli strumenti che, come abbiamo visto, catturano l’energia del sole per mezzo dei semi conduttori. Una volta immagazzinata l’energia solare, essa può essere utilizzata nelle nostre case sotto forma di corrente elettrica. I pannelli sono pensati per sfruttare le radiazioni solari ed anche la luce riflessa. Ecco perché funzionano non solo col sole, ma anche con la luce, ad esempio quella che viene riflessa dalla neve o dal ghiaccio. I pannelli sono composti da un numero diverso di celle solari, che in gruppo possono creare energia sufficiente per alimentare tanti dispositivi diversi.

La quantità di celle quindi può fare la differenza nel funzionamento del pannello solare. Cos’è una cella solare? Si tratta di un disco di piccole dimensioni, che in genere è costituito da silicio. Le celle solari sono colpite dalle radiazioni del sole e proprio queste permettono di creare energia. Il caso elettrico si crea all’interno delle celle, e si formano delle cariche elettriche libere. I pannelli fotovoltaici sono una soluzione molto interessante per consentire lo sfruttamento dell’energia sempre disponibile e rinnovabile, economica perché naturale, ecologica e che consente di risparmiare.

Il rendimento del fotovoltaico

Una delle domande più comuni che è posta, quando si parla di fotovoltaico, è come sia possibile calcolare in effetti il rendimento del  pannello solare. Il rendimento di un singolo pannello si calcola tenendo conto del bilancio di ogni singola cella solare. Infatti la cella solare consente di determinare la percentuale di energia solare che viene incanalata e che viene convertita (o no) in energia elettrica.
Come si stima un calcolo simile?

Facciamo un esempio. Se l’energia solare è al 100%, quindi alla massima potenza, in genere si ha una perdita del 20% (dovuta al posizionamento del campo elettrico), una perdita dell’8,5% della ricombinazione dei portatori di carica libera. Si ha una perdita del 23% dei fotoni con lunghezza d’onda troppo elevata e del 3% a causa di ombre e di riflessi. Infine, abbiamo una perdita del 45% per i fotoni troppo piccoli per eccessiva produzione di calore, e minime perdite dovute a delle resistenze. Se in una situazione di questo tipo, capiamo che solo il 13% dell’energia del sole è usata effettivamente e diventa energia elettrica. Si tratta di una percentuale minima. Questo significa che in questo caso, il fotovoltaico non è conveniente perché la percentuale di energia elettrica ricavata dal sole è davvero troppo bassa rispetto a quella che si ricava dalle tradizionali forme di energia elettrica.

Il fotovoltaico conviene?

Abbiamo visto in che cosa consiste il fotovoltaico, in che cosa consiste l’energia del sole e come viene utilizzata. Ma il fotovoltaico, alla fine dei conti, conviene davvero? Conviene installare i pannelli solari in casa? Come sappiamo sono sempre di più gli italiani che scelgono il fotovoltaico e di installare i pannelli non solo in casa, ma anche nelle aziende o negli edifici commerciali. In alcuni casi la percentuale di autosufficienza o autoconsumo può anche superare il 90%. Perché scegliere, oggi come oggi, un impianto fotovoltaico? Si tratta di un’opzione conveniente?

Come si sa, scegliere il fotovoltaico consiste in un investimento di non secondaria importanza. Anche se è vero che i prezzi di questa soluzione sono comunque diminuiti negli ultimi anni, è comunque una spesa importante da sostenere. Se si opta per il fotovoltaico è importante considerare quali sono gli effettivi vantaggi di questa scelta.

Risparmiare fino all’80%

In alcuni casi è possibile, grazie all’energia solare, arrivare fino all’80-90% dell’energia autoprodotta e di conseguenza azzerare quasi completamente le bollette. Si tratta evidentemente di un vantaggio non da poco che ancora oggi spinge tante persone ad optare per questo sistema di produzione di energia pulita, economica, conveniente. Comunque la risposta è sì: il fotovoltaico è davvero conveniente, anche oggi. Questo per diversi motivi. Vediamo quali sono i concreti vantaggi che un sistema ad energia solare consente di ottenere.

Vantaggi del sistema ad energia solare

  • Se è vero che l’investimento per la realizzazione dei pannelli solari è importante, è vero anche che viene ammortizzato abbastanza velocemente. Oggi in circa 10 anni o poco più è possibile rientrare all’interno dell’investimento che si è effettuato per la realizzazione di un impianto fotovoltaico. Da quel momento in poi, si risparmia solamente: non si tratta certo di una cosa da poco, specie se si consuma tanta energia. Inoltre in molti casi il rientro nell’investimento avviene in un arco di tempo ancora più breve, anche 4-5 anni.
  • Il fotovoltaico richiede poca manutenzione. Anche per questo motivo è una soluzione molto gradita. Oggi come oggi i pannelli solari non richiedono molte attenzioni per la manutenzione e questa tecnologia è pensata e strutturata per resistere a lungo nel tempo. La loro durata si aggira sui 35 anni in media.

Aumenta il valore dell’immobile

  • Il valore dell’immobile scatta in alto. Lo sapevate che l’impianto fotovoltaico ha anche il vantaggio di accrescere il valore del proprio immobile? Se in un futuro penserete di vendere o affittare casa, grazie alla presenza dell’impianto fotovoltaico ad investimento potrete aumentare i costi.
  • In alcuni casi si raggiunge quasi l’autosufficienza. Se siete stufi di pagare bollette grosse, sappiate che il fotovoltaico può aiutarvi ad ottenere un concreto risparmio. In alcuni casi ottimai è anche possibile raggiungere fino al 90% dell’autosufficienza, il che significa un grosso risparmio sulle bollette. Non si tratta certo di una cosa da poco.
  • Potete usufruire delle detrazioni fiscali. Uno dei grossi vantaggi di passare oggi al fotovoltaico consiste nella possibilità di usare le detrazioni fiscali. Le detrazioni Irpef cambiano di anno in anno ma possono essere fino al 50%. Si tratta di un modo per risparmiare sull’installazione dei pannelli fotovoltaici, molto interessante.

Energia pulita

  • Si tratta di energia pulita ed ecologica. L’energia del fotovoltaico è pulita e fa bene all’ambente e non solo al portafoglio. Le tematiche dell’ambiente sono davvero importanti e negli ultimi anni sono sulla bocca di tutti. Usare il fotovoltaico permette di ridurre l’emissione di gas serra e di anidride carbonica e preserva una natura più sana e pulita per tutti. La tendenza dei prossimi anni quindi sarà probabilmente quella del fotovoltaico. Non solo: i pannelli sono composti da silicio che è un materiale riciclabile fino all’80%. Si tratta di una buona notizia per le persone attente alle tematiche ambientali ed al rispetto dell’ambiente e della natura.
  • Ideale per la casa domotica. Se amate tenere sotto controllo tutto da remoto, il fotovoltaico è la soluzione che fa per voi. Infatti i sistemi del fotovoltaico moderno consentono di monitorare tutto il funzionamento tramite app per device mobili, tablet e smartphone. Questo vi permette di controllare sempre l’andamento dell’impianto e l’effettivo risparmio semplicemente con un click.

Assicurare l’impianto

  • Potete sempre assicurare il vostro impianto fotovoltaico. Volete stare tranquilli? Qualsiasi cosa succede volete restare coperti? Con il fotovoltaico lo potete fare. Esistono tantissime polizze assicurative che coprono i rischi che sono connessi all’acquisto di impianti ad energia solare. L’impianto fotovoltaico è destinato a durare a lungo nel tempo ed è buona norma pensare di proteggerlo contro ogni evenienza. In questo modo potete stare tranquilli: il vostro impianto fotovoltaico è sempre tutelato qualsiasi cosa succeda e potete dormire sonni tranquilli.

Per questi e per altri motivi, il fotovoltaico conviene. Contattateci ora per maggiori informazioni sull’energia solare e su come usarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.