Fotovoltaico

Domande e risposte sul fotovoltaico 

Domande e risposte sul fotovoltaico

L’energia pulita, che mistero! Vi siete mai posti domande sul fotovoltaico? Negli ultimi anni sempre più persone si pongono domande su cosa sia l’energia pulita, come si ottenga, se sia davvero conveniente, quanto costi. Sono davvero tanti gli interrogativi che circondano il mondo delle rinnovabili ed in particolare del fotovoltaico. Prima di investire nel fotovoltaico, possiamo consigliarvi di chiarirvi le idee su questo argomento complesso ma anche molto affascinante.

Conoscere bene l’argomento è la chiave di volta per fare una decisione consapevole e motivata, che consenta di risparmiare davvero nel corso del tempo e di tagliare la bolletta. Cosa è il fotovoltaico? Quali i meccanismi di funzionamento? Quali sono le detrazioni statali previste per l’energia solare? Il fotovoltaico costa davvero troppo, o al contrario è accessibile per tutti? Quante sono le domande che circondano l’universo dell’energia solare. Andiamo a vedere domande e risposte per le tematiche più scottanti sul tema.

Cos’è un impianto fotovoltaico?

Partiamo dalla domanda principale. Un impianto fotovoltaico consiste in un complesso di dispositivi il cui scopo è quello di catturare la luce del sole e di trasformarla in energia elettrica da usare per i bisogni familiari. Un impianto di questo tipo è costituito dai pannelli fotovoltaici, che sono dei pannelli costituiti da celle solari a base di silicio che catturano la luce del sole. Inoltre c’è un inverter, che è un componente elettrico che trasforma l’energia elettrica da continua in alternata. Infine, ci sono i quadri elettrici di collegamento. Il silicio cristallino è un materiale semi conduttore che trasforma l’energia del sole in energia elettrica. Gli impianti possono essere direttamente connessi alla rete elettrica di distribuzione, o possono essere stand-alone, soluzione perfetta se non si hanno attacchi (come avviene nelle zone isolate).

Posso installare un impianto fotovoltaico dappertutto?

L’impianto fotovoltaico consente spesso di utilizzare degli spazi che altrimenti rimarrebbero inutilizzati, come ad esempio il tetto. I moduli possono comunque essere applicati ovunque ci sia spazio disponibile e ovunque ci sia una buona esposizione al sole, ecco perché il tetto è una zona prescelta. Anche l’inclinazione dei pannelli deve essere idonea. Una volta che l’esposizione sia perfetta e l’inclinazione anche, i pannelli possono essere realmente messi ovunque vi sia sufficiente spazio. In genere un impianto fotovoltaico medio occupa circa 8-10 metri quadrati di spazio, ma ovviamente ve ne sono anche di molto più grandi.

L’impianto solare termico è un impianto fotovoltaico?

Nelle domande molto spesso si fa confusione fra l’impianto solare termico e l’impianto fotovoltaico. Si tratta di due cose, però, molto diverse. L’impianto solare termico infatti consiste in un sistema che è pensato per riscaldare l’acqua sanitaria. L’impianto fotovoltaico invece produce energia elettrica che viene usata per l’elettricità della casa, per far funzionare luce, elettrodomestici ecc. Entrambi i sistemi usano comunque la luce del sole come principio base del loro funzionamento. Tuttavia le detrazioni fiscali per il solare termico sono al 65%, per il fotovoltaico sono al 50%.

Il fotovoltaico produce energia notturna?

No, l’impianto fotovoltaico è attivo solamente con la luce del sole. Questo significa che durante le ore serali e della notte esso non può procedere alla produzione di energia elettrica. Il che però non significa che non sia possibile accumulare l’energia elettrica prodotta dal fotovoltaico durante il giorno per usarla la sera. Il fotovoltaico a batterie consente proprio questo, di immagazzinare l’energia solare che viene prodotta in surplus durante il giorno per poterla poi usare la sera e di notte, quando il fotovoltaico non funziona. Un impianto di questo tipo richiede un investimento maggiore rispetto a quello standard, ma consente di usare l’energia prodotta dal sole anche la sera e di notte. Si tratta della soluzione ideale se la maggior parte dei consumi energetici della famiglia sono concentrati durante le ore serali e notturne.

Mi costa tanto mantenere un impianto ad energia solare?

Una delle domande più ricorrenti, quando si parla di fotovoltaico, riguarda i costi reali di manutenzione del sistema. In linea di massima, non dovete preoccuparvi: un impianto fotovoltaico non è costoso da mantenere. Infatti i pannelli sono costruiti in materiali estremamente resistenti che possono durare a lungo nel tempo e resistere a pioggia e grandine. Inoltre in genere gli impianti sono garantiti per dieci anni ed hanno una durata media di vita di 20 (10 anni circa per il componente elettrico, l’inverter). La manutenzione richiesta è davvero minima. Se si è molto scrupolosi, si può disporre un controllo ogni primavera per verificare che l’impianto non abbia subito danni durante l’inverno.

Il fotovoltaico costa tanto?

Si tratta di una delle domande più ricorrenti. I costi del fotovoltaico sono nettamente diminuiti negli ultimi anni, quasi della metà. Oggi un impianto fotovoltaico medio, da circa 3 kW, ha costi di circa 6mila euro o poco più (standard). Questo significa che oggi il fotovoltaico è un investimento che rientra in un numero limitato di anni e che consente quindi di potersi avvantaggiare di energia pulita e gratuita per tanto tempo. Grazie alle detrazioni fiscali, come vedremo, installare il fotovoltaico è più semplice per tutti.

Posso accedere a detrazioni con un impianto fotovoltaico?

Uno dei grandi vantaggi di avere a che fare con un impianto fotovoltaico oggi consiste nella possibilità di accedere a delle interessanti detrazioni. Infatti lo Stato premia chi si rivolge all’energia pulita, ed è disponibile una detrazione IRPEF del 50% per impianti fotovoltaici con o senza batterie fino al costo di 96mila euro. Grazie a questa detrazione è possibile recuperare ogni anno un rimborso fiscale anche molto interessante. La detrazione viene in genere rinnovata di anno in anno ed è disponibile solamente per gli impianti residenziali.

Sono un imprenditore e vorrei installare il fotovoltaico: posso accedere a detrazioni?

Oggi come oggi non sono previste delle detrazioni fiscali per gli imprenditori che decidono di dotare la loro azienda di un impianto fotovoltaico. La detrazione al 50% viene infatti riconosciuta solamente alle persone fisiche che installano un sistema ad energia solare. Gli imprenditori che si dotano di pannelli fotovoltaici possono comunque accedere ad un super ammortamento al 130% ed inoltre possono fare riferimento al fondo nazionale per l’energia per ottenere finanziamenti agevolati e/o garanzie per installare il fotovoltaico in azienda.

2 Replies to “Domande e risposte sul fotovoltaico ”

  1. […] quanto riguarda l’installazione dell’impianto fotovoltaico sul condominio e sulle parti comuni, tutti i vantaggi e le prescrizioni di legge sono state […]

  2. Salve in base alle recenti normative sugli impianti ad accumulo autocostruito , volevo sapere se dovendo ristrutturare casa posso installare un impianto con batterie e ups con prese e punti luce duplicati da quelle asservite da enel e quindi scollegate da esse, in modo da non incappare nelle restrizioni vigenti, e altra domanda qualora non fosse possibile se realizzassi un impianto luci a 24Vdc (ovvia la problematica della sezione dei cavi) posso essere svincolato dalle normative?
    grazie per l’attenzione che vorrete dedicarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.