Fotovoltaico

Tipologie di pannelli fotovoltaici 

Tipologie di pannelli fotovoltaici

L’energia solare è energia rinnovabile e pulita della quale si parla sempre di più negli ultimi anni. Per investire nell’energia solare è possibile acquistare un impianto fotovoltaico che consente di diventare indipendenti o quasi dal gestore della rete, pagando di meno la bolletta della luce. Tuttavia per fare un investimento intelligente bisogna anche scegliere bene i pannelli fotovoltaici  ai quali fare affidamento per gli anni successivi. La scelta dei pannelli fotovoltaici però non è banale. Ne esistono infatti di tanti tipi diversi per tutte le esigenze, secondo anche i differenti budget.

Scegliere un modello o un altro non è solo questione di costi, però: bisogna anche considerare l’effettiva qualità dei materiali, la quantità di silicio presente, la loro efficienza e durata nel tempo. Sono tutte caratteristiche che giocano un ruolo fondamentale nella scelta dei migliori modelli di pannello fotovoltaico per le esigenze di tutta la famiglia. Se avete bisogno di qualche consiglio per fare una scelta ponderata, ecco qualche indicazione da seguire nella scelta dei pannelli fotovoltaici e come fare una scelta che risponda davvero alle vostre esigenze. Il mercato offre una grande varietà di scelta fra pannelli fotovoltaici policristallini, in vetro, a film sottile, di diversi colori e con differenti quantità di silicio. Ci sono modelli con eccellente rapporto qualità prezzo ed altri indicati per chi abbia bisogno di un prodotto duraturo di alta qualità e finitura. Ecco come scegliere il modello che fa per voi.

I pannelli fotovoltaici monocristallini

Si parla di pannelli fotovoltaici standard per far riferimento a quelli monocristallini e a quelli policristallini. I primi che vogliamo vedere sono quelli monocristallini. I pannelli fotovoltaici monocristallini sono fra i più utilizzati in tutta Italia, anche se a differenza di quelli policristallini sono di colore nero e non blu. Si tratta di un modello molto diffuso a causa dell’ottimo rapporto qualità prezzo.
I pannelli fotovoltaici monocristallini sono disposti tutti nella stessa posizione e di conseguenza la trama è quella di un reticolo continuo, per questo la colorazione è molto scura. Le celle sono formate da cristalli di silicio che è, appunto, monocristallino e da qui il nome. La produzione di energia è maggiore in questi casi se la luce del sole arriva in via perpendicolare. Si tratta di pannelli efficienti perché hanno bisogno di una superficie inferiore rispetto ai moduli poli cristallini per poter produrre un’uguale quantità di energia.

I pannelli fotovoltaici policristallini

I pannelli fotovoltaici policristallini sono composti da moduli di silicio policristallino, e sono in genere meno costosi rispetto ai monocristallini. Le celle hanno una colorazione blu che tende a cambiare se esposta alla luce. I cristalli sono orientati casualmente e per questo l’efficienza di questi pannelli è minore se la luce è perpendicolare. Tuttavia, questo modello di pannelli fotovoltaici riescono a catturare meglio la luce durante tutto l’arco del giorno, per la disposizione dei cristalli, e non solo durante le ore di punta.

I pannelli fotovoltaici poli e monocristallini: quale scelta fare?

Cosa scegliere fra pannelli fotovoltaici mono e policristallini?  Quale rappresenta la soluzione migliore per le proprie esigenze? In linea di massima i pannelli fotovoltaici policristallini garantiscono una resa ed efficienza migliore, e sono ideali soprattutto nelle zone d’Italia dove il cielo è meno terso (es. nord Italia). Al sud, dove in generale c’è più sole, si può optare tranquillamente anche per quelli monocristallini. Non esiste quindi una scelta migliore in assoluto fra questi due tipi di pannelli fotovoltaici perché la scelta dipende dalle situazioni, dalla collocazione geografica, dalle esigenze e via dicendo. Inoltre si tenga conto del fatto che ci possono essere differenze anche fra i diversi produttori. All’efficienza dell’impianto nel complesso contribuiscono poi anche gli inverter, che possono essere più o meno di qualità. Tenete anche conto della garanzia dell’impianto quando procedete ad un acquisto, in caso dovessero esserci dei problemi in futuro. In questo modo sarete sempre garantiti contro ogni incidente.

I pannelli fotovoltaici amorfi

Un’altra soluzione è rappresentata dai pannelli fotovoltaici amorfi. Si tratta di pannelli fotovoltaici che sono prodotti con silicio amorfo, cioè un silicio più flessibile rispetto ai precedenti. I pannelli fotovoltaici in questione non sono composti da celle fotovoltaiche. Sono invece formati da uno strato unico di silicio che si appoggia sopra uno strato di vetro, o di altro materiale. Lo strato di silicio è quindi un pezzo unico di spessore molto limitato, con un colore scuro e abbastanza omogeneo. I pannelli fotovoltaici amorfi sono presenti sia in rotoli, che permettono l’applicazione flessibile creando degli effetti altamente personalizzati, sia in lastre uniche che vanno applicate sul tetto. La resa energetica dei pannelli fotovoltaici amorfi è comunque inferiore di circa il 30% a causa della lavorazione particolare a cui sono sottoposti.

I pannelli fotovoltaici a concentrazione

I pannelli fotovoltaici a concentrazione consistono in pannelli solari noti anche come concentratori solari. Si tratta di pannelli particolarmente innovativi e che sono connotati dalla presenza di c.d. concentratori ottici, che concentrano tutte le radiazioni del sole su un punto specifico e non sul complesso della superficie. Secondo gli ultimi studi questi pannelli fotovoltaici hanno un’efficienza fino a due volte superiore rispetto a quella dei pannelli classici. Essi consentono di ottenere un quantitativo maggiore di energia da una superficie molto più piccola e quindi consentono anche di risparmiare spazio. Nei pannelli fotovoltaici a concentrazione ogni cella funziona a pieno regime anche se le altre si trovano in ombra. Si tratta di un modello costoso ma comunque estremamente efficiente, indicato per chi vuole investire sulle nuove tecnologie nel settore dell’energia pulita.

Scegliere al meglio i pannelli fotovoltaici

Scegliere bene i pannelli fotovoltaici significa risparmiare tempo e denaro e soprattutto sfruttare al 100% il proprio impianto fotovoltaico. La scelta quindi non dovrebbe mai basarsi solamente sul budget ma anche su altri fattori fondamentali. Ad esempio bisogna tenere conto del clima del luogo dove si vive, delle caratteristiche e dell’altitudine, dell’esposizione solare e via dicendo. Bisogna anche tenere conto dello spazio che si ha a disposizione per i pannelli fotovoltaici ed eventualmente di garanzie accessorie che possano coprire rispetto a guasti o incidenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.